Corriere della Sera

 
"Con noi la Casa Bianca resta bianca"

Dal 2001 l'italiana Lindhaus fornisce gli aspirapolvere che sterilizzano lo studio ovale di Bush

L'impresa padovana e' stata scelta come fornitrice ufficiale dopo l'emergenza antrace che aveva allarmato gli Usa


fonte: Corriere della Sera



Leggi l'articoloAnche la Casa Bianca come tutte le case ha bisogno di essere pulita, ma l'aspirapolvere che serve a rendere sempre asettica la moquette blu dello Studio Ovale di Bush non e' prodotto da una grande multinazionale americana, bensi' da un'azienda con sede a Padova, la Lindhaus, societa' di 15 milioni di euro all'anno di fatturato dove lavorano una quarantina di dipendenti.

Ma come si diventa fornitori ufficiali della Casa Bianca? Scordatevi la classica scena dei film americani: il piazzista di elettrospazzole che suona al campanello per proporre a tutti i costi una dimostrazione.
La storia e' andata diversamente.
Dopo l'11 settembre negli Stati Uniti l'emergenza antrace ha minacciato persino di colpire il cuore del paese, la Casa Bianca.
Per tutelare il suo massimo simbolo, l'amministrazione statunitense ha deciso di cambiare gli aspirapolvere in dotazione e sostituirli con quelli che garantissero i massimi livelli di sicurezza l'asportazione delle piu' infinitesimali particelle di polvere e di eventuali spore velenose.
All'insaputa delle case produttrici sono stati testati alcuni prodotti e dopo un mese e mezzo di controlli severissimi la scelta e' caduta sull'aspirapolvere Lindhaus, un modello gia' risultato primo, su 40 prodotti provati, in una speciale classifica stilata da un'associazione di consumatori americana.

La Casa Bianca nel novembre 2001 ha quindi ordinato seicento macchine, tra aspirapolvere, battitappeto e lavapavimenti, che sono state spedite in condizioni di assoluta sicurezza e controllate rigorosamente ai raggi X.
Da allora ogni anno l'azienda padovana fornisce 300-400 modelli, per una spesa di circa 250 mila dollari, che servono a tenere puliti gli uffici dell'apparato statale americano. Una storia a conferma dell'eccellenza della produzione italiana.
Tutto ebbe inizio nel 1960 quando Vincenzo Massaro diede il via alla produzione di motori per piccoli elettrodomestici.
Vent'anni fa la svolta: alla produzione dei motori si aggiunse la realizzazione degli elettrodomestici, alla quale contribui' Michele Massaro, 44 anni, attuale presidente di Lindhaus, un perito elettrotecnico che gia' ai tempi della scuola, si divideva tra lo studio e l'officina.
Nacque cosi' la linea di aspirapolvere e lavapavimenti Lindhaus, venduti con il tradizionale sistema del porta a porta e nei corner posti all'interno della grande distribuzione.
Dalla progettazione alla meccanica, dagli stampi all'assemblaggio fino alla commercializzazione, l'azienda segue ogni fase dell'attivita'.
Per la vendita si avvale di una filiale Usa e un'ottantina di distributori, attraverso i quali vengono raggiunti i clienti europei, canadesi, australiani, giapponesi, coreani e dell'Arabia Saudita.

Ma la filosofia che sta alla base della produzione e' opposta rispetto alla concorrenza.
"Oggi - spiega Michele Massaro - gli aspirapolvere piu' venduti sono quelli piu' potenti.
In pratica la tendenza non di vendere la qualita', bensi un numero.
Noi invece crediamo che per fare funzionare bene un elettrodomestico serva la potenza giusta.
Se devo aspirare la polvere 700 watt sono piu' che sufficienti, quindi i nostri modelli tengono conto anche del risparmio energetico.
Siamo contrari al consumismo sfrenato e spesso inutile, l'esperienza professionale ci dice che solo dosando le prestazioni si riesce a filtrare meglio la polvere".
Progetti per il futuro?
"Siamo sempre alla ricerca di nuove soluzioni: lo scorso anno abbiamo realizzato l'aspirapolvere a traino, quello con le rotelle, nel 2008 saremo in grado di proporre al mercato una scopa elettrica davvero evoluta".

Altre commesse importanti?
"Il parlamento Austriaco e quello Sloveno, ma la linea di produzione dei motori per elettrodomestici prosegue e ancora oggi la nostra tecnologia viene montata su macchine commercializzate da multinazionali che fatturano piu' di 500 milioni di dollari".
Ma un prodotto non deve solo funzionare bene, deve garantire l'affidabilita', insomma, resistere nel tempo.

Quanto durano i vostri?
"Quelli per uso professionale arrivano a 5-8 anni, il funzionamento per uso domestico e' mediamente di 15 anni.
Tempo fa e' arrivato in azienda un modello da revisionare costruito nel 1987. Beh, forse durano troppo".



Scarica l'articolo in formato .jpg




Per qualsiasi informazione e consiglio sul trattamento di superfici, potete contattarci tramite posta elettronica.
Honlapunkat az ArtScape Design Studio tervezte.
2015  C  Puliamo - La Pulizia a 5 Stelle  Authorized Lindhaus Dealer
P.IVA 04360000287

PRIVACY - COOKIES - DATI SOCIETARI - CREDITI